Notiziario Aziendale – N.14 – Settembre 2016

Il laboratorio di analisi chimico-fisica è attrezzato in modo tale da poter controllare sia le materie prime in ingresso che prodotti finiti.
Un’ampia gamma di strumentazione permette la caratterizzazione dei materiali sia da un punto di vista chimico che da un punto di vista fisico-meccanico fornendo un fondamentale sopporto in tema di ricerca e sviluppo.

Tra la strumentazione presente:
– TGA: composizione chimica, in peso, dei materiali; stabilità termica; stabilità all’ossidazione
– TMA: controllo vulcanizzazione, Tg, Coefficiente espansione lineare, swelling test, CREEP
– DMA: controllo vulcanizzazione, Tg, modulo elastico, modulo viscoso, Tα e Tβ resistenza in fluidi in applicazione dinamica.
– FT-IR (ATR): controllo della tipologia di mescole ed identificazione dei materiali
– Interferometro: Controllo uniformità superficie, rugosità, misura difettosità su asse Z
– Stereomicroscopio: Analisi pulizia tecnica secondo ISO 16232, VDA19, ecc e controllo dimensionale su asse X ed Y.
– Estrattore con solventi per isolamento sostanze organiche presenti nelle mescole
– Bagno ad olio per test di resistenza in liquidi
– UMT Tribolab: utilizzato in ambito R&D per studi di tribologia.

Vladimiro A. Guindani

RDAC - Chemical and Technical Cleanliness Analysis Dept.