Notiziario Aziendale – N.5 – Settembre 2015

SOFT WALL CLEAN ROOM

AIR REVOLUTION

La Soft Wall Clean Room, di recente dotazione in Interseals, sfrutta un flusso laminare (flusso in cui gli strati di fluido, in questo caso aria, scorrono dolcemente una sopra l’altro evitando moti turbolenti che porterebbero ad un rimescolamento degli inquinanti presenti nell’aria) dall’alto verso il basso in grado di creare al proprio interno una zona a bassissimo contenuto di inquinanti solidi che vengono spinti dolcemente verso il basso da dove poi escono verso l’ambiente esterno.

Questa strumentazione consente agli operatori addetti al lavaggio di articoli con requisiti di pulizia di movimentarli abbattendo drasticamente il pericolo di contaminazione post lavaggio.
Il principio consiste nell’aspirazione di aria dall’ambiente (alta percentuale di contaminanti) veicolandola in speciali filtri HEPA in grado di trattenere un gran numero di particelle al di sopra di 0,3 micron (1/1000 di millimetro).

L’aria filtrata viene immessa all’interno della soft clean room su tutta la superficie: in questo modo il flusso d’aria spinge verso il basso tutti i contaminanti che vengono allontanati dalla zona di lavoro.
Nel flusso laminare, a differenza del flusso turbolento, gli strati infinitesimi di fluido scorrono dolcemente uno sopra l’altro, senza che avvenga alcun rimescolamento, neanche a livello microscopico.

Vladimiro A. Guindani

RDAC - Chemical and Technical Cleanliness Analysis Dept.