Notiziario Aziendale – N.23 – Aprile 2019

NUOVO SISTEMA FT-IR (ATR + MICROSCOPIA INFRAROSSA)

Interseals ha acquistato due nuovi strumenti di analisi.
Il primo, FT-IR (ATR) modello IS20, è uno spettrofotometro infrarosso che andrà a sostituire il vecchio modello non più in produzione, il secondo un microscopio ad infrarossi.

Tra le nuove funzionalità dello spettrofotometro IR rispetto al modello precedente ci sono: la possibilità di eseguire analisi di miscele, di eseguire analisi semi quantitative ed una maggior sensibilità dello strumento.
Una funzione importante, oltre alla capacità dei nuovi strumenti di rilevare anche basse concentrazioni di sostanze è quella di identificare, in certa misura, altri componenti presenti nell’articolo da analizzare.
Questo fatto non è sempre di facile attuazione in quanto per miscele di prodotti i segnali dello spettro IR possono sovrapporsi parzialmente tra loro rendendo difficile identificare molecole presenti in minor quantità rispetto al prodotto prioritario.

La presenza di una libreria di 15 GB di spettri, unitamente alla possibilità di ampliare tale database internamente, rende il nuovo IR uno strumento prezioso non solo per il controllo qualità, ma anche per la ricerca e sviluppo.

Accoppiato all’IR (ATR) è stato acquistato anche un microscopio (modello IN5) capace di eseguire analisi infrarosse “one spot”: con un’apertura di 100 micron è possibile focalizzare il raggio su un singolo punto (anche inferiore ai 100 micron) riuscendo a registrare in questo modo, uno spettro riferito solo ed unicamente alla zona irradiata con raggi infrarossi.

Questo sistema diventa molto utile nell’indagine chimica sulle difettosità superficiali e non solo.
Il microscopio, dotato anche di detector MCT è in grado, lavorando a temperature intorno a -190°C di raggiungere livelli di sensibilità strumentale di molto al di sotto di quelli analizzabili con un normale ATR o con microscopio dotato di detector standard DTGS in grado di lavorare a temperatura ambiente.
Il sistema ha anche la possibilità di essere interfacciato con TGA permettendo di analizzare i fumi di evaporazione e pirolisi sviluppati dallo strumento, fornendo in questo modo ulteriori preziose indicazioni circa la composizione di mescole e/o articoli finiti.

Vladimiro A. Guindani

RDAC - Chemical and Technical Cleanliness Analysis Dept.

Tutti i diritti riservati © Interseals Srl